Piastra Pronta Petri da 70 mm Tryptic Soy Agar
Codice prodotto: XE 51-1031

Nuovo
Piastra Pronta Petri da 70 mm Tryptic Soy Agar acc. to EP/USP/JP (TSA)
Recommended by the Harmonised European Pharmacopoeia.

Colore: Yellowish
Condizioni di stoccaggio prodotti: Dry, in closed bag, at 15 – 22°C.
Data di scadenza: 6 Months
Valore pH: 7.3 ± 0.2 at 25°C
 
Conforme ISO 9308-1:2012 - Testate in Laboratorio Accreditato DAkkS in accordo con la ISO/IEC 17025
Piastra Pronta Petri da 70 mm Tryptic Soy Agar acc. to EP/USP/JP (TSA)
Recommended by the Harmonised European Pharmacopoeia.

Colore: Yellowish
Condizioni di stoccaggio prodotti: Dry, in closed bag, at 15 – 22°C.
Data di scadenza: 6 Months
Valore pH: 7.3 ± 0.2 at 25°C
 
Conforme ISO 9308-1:2012 - Testate in Laboratorio Accreditato DAkkS in accordo con la ISO/IEC 17025
Spedizione gratuita per ordini superiori a € 300,00 (IVA esclusa)
(Promozione valida per i soli prodotti Xebios Diagnostics GmbH)
Confezione: 10 pezzi
€ 12,43
Disponibile
Acquista
Piastra Pronta Petri da 70 mm Tryptic Soy Agar
Destinazione e applicazione
Terreno di coltura universale senza inibitore e indicatore, per un ampio range di applicazioni.
 
Tryptone Soya Agar is a very nutrient-rich universal growth for the microbiological examination of non-sterile products. A general purpose agar
medium, containing two peptones, which will support the growth of a wide variety of organisms. It is suitable for the cultivation both of aerobic
and anaerobic bacteria, the latter being grown either in deep cultures or by incubation under anaerobic conditions as well as yeasts and moulds.
The high numbers of microorganisms detectable using Tryptone Soya Agar is due to the addition of peptones gained from enzumatic hydrolysis of
casein protein and soya proteins. It therfore includes - besides others - the detection of Listeria spp, Pasteurella spp, Vibrio spp, Haemophilus
vaginalis or Candida spp.
Tryptone Soya Agar contains no carbohydrates so it can be used in the investigation of haemolytic reactions. The Pharmacopeia European (PhEur)
recommends TSA for the enumeration of Total Viable Count in products under examination for microbial load.
 
Composizione tipica
in g per 1 litre of medium
Pancreatic-digest of Casein Peptone 15.0
Enzyme-digest of Soya Bean Peptone 5.0
Sodium Chloride 5.0
Agar 15.0
 
Controlli di qualita' microbiologici
The Microbiological Performance Test is carried out in accordance with the requirements BS EN ISO 11133:2014 .
 
La Norma UNI EN ISO 11133:2014 “Microbiologia di alimenti, mangimi per animali e acqua - Preparazione, produzione, immagazzinamento e prove di prestazione dei terreni colturali” è entrata in vigore in Italia il 3 luglio 2014.
 
Sostituisce EN ISO TS 11133-1:2009 (Preparazione di terreni colturali), la EN ISO TS 11133-2:2003 (Test di performance dei terreni colturali, per microbiologia degli alimenti e dei mangimi) e la ISO 9998:1991 (Requisiti per i terreni di coltura microbiologici per l’analisi delle acque).
La UNI EN ISO 11133:2014 specifica i requisiti per la preparazione, produzione, stoccaggio e le modalità per la verifica delle prestazioni dei terreni, prerequisito essenziale per le attività di un Laboratorio che esegue analisi microbiologiche.
 
Devono rispondere a tale Norma:
  • organismi commerciali che producono e/o distribuiscono terreni pronti all'uso o semi-finiti o ricostituiti o terreni disidratati;
  • enti non commerciali che forniscono supporto a terzi;
  • laboratori di microbiologia che preparano terreni di coltura per il proprio uso.
 
Si tratta di uno Standard adottato da tutti i Paesi dell’UE e gli Enti di Accreditamento mondiali lo considerano un punto di riferimento in quanto è uno Standard completo che prende in esame tutte le problematiche relative ai terreni colturali e le necessarie garanzie che devono essere fornire per ottenere dati di qualità.

A tale Standard devono conformarsi tutti i laboratori Accreditati secondo la Norma ISO 17025:2005 che effettuano analisi microbiologiche di alimenti, mangimi per animali e acque e che utilizzano terreni colturali, a partire dai terreni disidratati fino a quelli pronti all’uso.
 
La Norma prende in esame:
1) i microrganismi utilizzati nei test di valutazione delle prestazioni
2) il controllo di qualita’ ed i test delle prestazioni sui terreni
3) i metodi per la valutazione delle prestazioni.

Secondo tale Standard, tutte le condizioni per valutare le prestazioni dei terreni devono essere quanto più simili alle condizioni di prova del campione in esame, per fornire risultati quanto più accurati e significativi.
 
Nella Norma sono dettagliati i requisiti dei test sulle prestazioni, con incluse passo dopo passo le istruzioni ed i diagrammi di flusso per l’esecuzione e la valutazione dei test delle prestazioni.
 
Punti salienti legati ai controlli microbiologici delle prestazioni sono i seguenti:
· Tutti i lotti prodotti devono essere sottoposti a controllo. La numerosità campionaria deve essere rappresentativa del lotto;
· Deve essere effettuato il CQ di ogni terreno colturale, di tipo chimico-fisico e microbiologico;
· Per eseguire i test delle prestazioni devono essere utilizzati specifici ceppi batterici di riferimento (vedere Allegati E ed F della Norma) ottenuti da collezioni       ufficiali e mantenuti in determinate condizioni;
· Le prestazioni devono essere valutate per terreni liquidi, solidi, per diluenti e terreni di trasporto;
· Devono essere effettuati controlli periodici per dimostrare che la qualità dei terreni venga mantenuta durante il trasporto (par. 6.4.2. della ISO 11133). La           frequenza deve essere determinata dal laboratorio;
· Deve essere determinata la Shelf-life di ogni terreno;
· Deve essere convalidata ogni combinazione filtro a membrana/lotto di terreno (par. 6.4.1. della ISO 11133 e par. 7.3 della ISO 7704).


Altri prodotti che potrebbero interessarti